Consequenze Network è nata nel 2007 sull’impulso di Stefano Pierpaoli, che da molti anni si batte per l’indipendenza espressiva e per la creazione di nuove forme di produzione e distribuzione culturale. Fin dall’inizio si è caratterizzata come fenomeno d’avanguardia nel modo di operare e nella proposta di percorsi che nel panorama italiano sono stati fortemente innovativi. Ispirata a modelli che hanno dimostrato efficacia e ampi margini di sviluppo in altri paesi del mondo, Consequenze ha scelto di operare puntando sulla libera iniziativa e sul merito dei giovani talenti, con l’intento di allontanarsi dalla mentalità burocratica tipica nel nostro paese e favorire la creazione di spazi in cui conti soltanto l’impegno nel lavoro e le responsabilità individuali di chi vi partecipa. In questo modo ha privilegiato un processo basato sul merito e per mantenere coerenza nella sua iniziativa non è mai ricorsa ad aiuti di Stato e non si è mai affidata ad agevolazioni privilegiate. Alla base del progetto Consequenze c’è un solido impianto intellettuale che sostiene il programma culturale messo in atto. In tutta l’elaborazione, l’aspetto riguardante un “mercato diverso” ha avuto un rilievo particolare, nella previsione di un periodo in cui l’Italia si sarebbe dovuta adeguare a stili e modalità più moderne e dinamiche, meno sottomesse alla politica e capaci di porre in essere iniziative autonome ed efficaci, ben inserite nel tempo e al servizio della Cittadinanza in quanto protagonista e non più oggetto di un’offerta culturale decisa dall’alto. In questo senso è indubbiamente l’unica realtà che in questi anni ha raggiunto livelli di eccellenza e di successo senza legami di appartenenza e senza essere subalterna a molte delle regole anacronistiche che hanno paralizzato l’Italia. Il valore della sua attività è stato riconosciuto espressamente dallo stesso Presidente Giorgio Napolitano in un messaggio del 2008 e le migliaia di persone che hanno partecipato alle manifestazioni e all’attività del Network confermano la qualità del lavoro svolto.

Nell’ambito della produzione cinematografica il compianto regista Gil Rossellini si è avvalso della collaborazione del Network per la co-produzione dei suoi ultimi film indipendenti, nei quali lo stesso Stefano Pierpaoli è stato co-regista e direttore artistico e produttivo in particolare nell’ultima opera della trilogia dei Kill Gil (Kill Gil 2 e ½) che ha partecipato al Festival di Roma 2008, al Festival di Atene (2009), Festival di Cannes (Cannes Market 2009) e ad altre rassegne internazionali di primo piano. Consequenze è stata partner ufficiale al festival Internazionale del Film di Roma 2010. Nel 2011, insieme ad altre realtà del settore, ha promosso e avviato Indicinema, un progetto di rilancio del cinema indipendente.

Accanto all’attività artistica e culturale, Consequenze Network ha saputo affiancare un intenso impegno sociale per l’accessibilità alla cultura per i disabili e in questo settore si è avvalso della collaborazione della Blindsight Project, con la quale è stata promotrice del servizio di accessibilità per i disabili sensoriali al RomaFictionFest (2009 e 2010) e al Festival Internazionale di Roma (2010). Si è trattato della prima volta in Italia e in Europa in cui è stato realizzato questo servizio per un’intera programmazione e non per un singolo evento come era avvenuto in qualche sporadica occasione.

Tutta l’attività di Consequenze è presentata al sito www.consequenze.org che ha anche raggiunto, in un certo periodo, gli oltre 40.000 ingressi al mese, fungendo molto spesso da collegamento per molti operatori del settore culturale e dell’industria cinematografica indipendente.

Ogni iniziativa ideata, promossa e organizzata da Consequenze è rigorosamente realizzata nel segno di un preciso codice etico e portata avanti con trasparenza e lealtà.

La storia

2007 Consequenze nasce per due ragioni principali: la constatazione che era ormai venuto meno da troppo tempo tutto un sistema di valori sui quali era stata costruita la nostra stessa storia. La seconda convinzione era legata alla previsione di una profonda crisi economica che avrebbe caratterizzato le dinamiche sociale di lì a qualche anno. Nel suo primo anno di attività Consequenze si propone come entità propositiva e s’impone all’attenzione generale dando vita ad alcune manifestazioni realizzate fuori da ogni schema fino ad allora utilizzato. Non chiede finanziamenti pubblici, non si riferisce a gruppi di appartenenza, non beneficia di appoggi politici. Tutto quello che produce è conquistato solo attraverso il lavoro. Infatti non si poggia su alcun capitale di partenza e non annovera tra le sue fila nessun soggetto in grado di sostenere economicamente l’organizzazione e l’allestimento degli spettacoli, delle rassegne e dei convegni di Consequenze. Questa impostazione, che costituisce ancora oggi un elemento distintivo di Consequenze, nasce dal desiderio di affrancarsi dai metodi subalterni e burocratici che hanno soffocato la libera iniziativa in Italia e permette a questo movimento di dimostrare che grazie all’impegno sul campo, alla tenacia e allo sforzo fatto in un clima di collaborazione, esistono gli spazi per ottenere risultati ragguardevoli. Due sono gli appuntamenti più significativi realizzati nel 2007:

Convegno Nazionale: Dall’Intellettuale Organico e Funzionale all’Intellettuale Libero (Ferrara- 21 settembre 2007)

Spazi e Libertà, Festival Indipendente del Cinema Libero Rassegna a costo zero Una grande iniziativa culturale e artistica Un grande evento e un’occasione d’incontro e di partecipazione Privo di finanziamenti e di appoggi dall’alto Oltre 30 opere tra lungometraggi, corti e documentari 5 sale di proiezione – Libreria Bibli e Cantiere a Trastevere, Officine al Pigneto, Cineteatro al Nomentano, Centro IMDOM a S. Giovanni Rassegna di sonorizzazioni su film muti Musica dal vivo e performance teatrali Concerti e dibattiti tra Cittadini e Artisti

2008 Questo è stato un anno dedicato soprattutto alla diffusione del progetto-Consequenze. Dopo aver dato prova di efficacia e concretezza, occorreva diffondere questa nuova e diversa mentalità per spingere più persone possibili ad attivarsi e a uscire dalla rassegnazione e dall’apatia. Il 2008 è stato tuttavia l’anno della co-produzione di Kill Gil 2e½, l’ultima opera di Gil Rossellini, figlio del grande Roberto. Anche questo docufilm conferma la vocazione indipendente del nostro lavoro. Viene infatti realizzato senza nessun finanziamento e soltanto grazie alla creatività e all’impegno delle persone che hanno fatto parte del cast, in particolare di Gil Rossellini che vi ha lavorato fino all’ultimo giorno di vita, essendo venuto a mancare il 3 ottobre del 2008 quando ancora il film non era stato ultimato. Gil Rossellini è stato un grande amico di Consequenze e un meraviglioso compagno di viaggio.

2009 In questo anno la nostra iniziativa si è concentrata sull’impegno per l’accessibilità alla cultura per i disabili e in particolare i disabili sensoriali. Per la prima volta in Italia è stato realizzato un intera programmazione accessibile in un grande festival internazionale come il RomaFictionFest e sono state poste le basi per ampliare la proposta anche ad altre importanti manifestazioni di questo tipo. Con Kill Gil 2e½ siamo stati presenti al Emotion Picture Festival di Atene e ad altre rassegne di valore, oltre naturalmente a una piccola apparizione al Festival di Cannes nell’ambito del mercato cinematografico. Nel mese di settembre abbiamo organizzato Le 5 Giornate di Roma – Incursioni artistiche di testimonianza sociale – grazie alle quali abbiamo confermato ancora una volta la capacità di proporre provocazioni efficaci e costruttive. 5 giornate di flashmob artistici in molte zone di Roma a cui hanno partecipato gratuitamente oltre 120 artisti provenienti da diverse discipline.

2010 Abbiamo continuato nell’opera a favore dell’accessibilità e siamo ancora partner del RomaFictionFest, a testimonianza del successo ottenuto nella passata edizione. Nell’ambito di questo impegno la grande novità è stata rappresentata dalla nostra presenza anche al Festival Internazionale del Film di Roma alla fine di ottobre in cui per la prima volta è stato approntato il servizio di accessibilità. Alla fine di agosto abbiamo organizzato Le 5 Giornate di Messina spostando la manifestazione realizzata a Roma l’anno precedente nella Città dello Stretto.

2011 Ai primi di gennaio siamo stati a Brolo in Sicilia dove abbiamo realizzato lo spettacolo “L’Inquisizione – Il Rogo della Strega Futuro” e abbiamo partecipato al Convegno “Liberiamo il Futuro” sui giovani e la legalità. Nel mese di marzo siamo stati partner ufficali del Festival Tulipani di Seta Nera curandone tra l’altro l’organizzazione generale. Nella presenza attiva a favore di un’offerta culturale indipendente siamo stati tra i promotori di Indicinema, un progetto di promozione e sviluppo del cinema indipendente italiano. Sempre nel campo della promozione del cinema indipendente siamo partner di FIDAC, Artisti Indipendenti 2010 e ANAC nell’organizzazione di una serie di proiezioni cinematografiche presso il Macro a Testaccio. Da questo momento in poi la nostra iniziativa è stata portata avanti in cooperazione con altre associazioni attraverso accordi programmatici e manifestazioni comuni.

2012 Nel corso di questo anno, in stretta collaborazione con Indicinema, è stata rafforzata l’azione di confronto e di proposta con il MIBAC. Nel mese di aprile siamo stati co-organizzatori di una distribuzione indipendente per film e documentari che non avevano diffusione. Più nell’ottica della provocazione che del mercato, abbiamo selezionato 15 opere che sono state presentate in modo totalmente autonomo per sollecitare operatori e istituzioni verso lo sviluppo di nuovi modelli di offerta e fruizione. A settembre, a firma del Presidente Stefano Pierpaoli, è partita una proposta rivolta alle maggiori associazioni cinematografiche affinchè venissero formati tavoli di lavoro inaugurando questo nuovo percorso a partire dal Festival del cinema di Roma. L’atteggiamento castista e autoreferenziale di molti soggetti coinvolti nell’appello, ha creato di fatto una frattura che ha determinato il fallimento di questa proposta (copiata e realizzata in modo demagogico nell’edizione successiva del Festival). Consequenze è pertanto uscita da Indicinema che, privo della forza propulsiva e operativa della nostra componente, è rapidamente scomparso dalla scena.

2013 Insieme ad altre associazioni operanti nella Regione Lazio è stato organizzato il primo convegno dell’anno sul cinema (Cinema e Territorio – Cinema Greenwich, 19 gennaio 2013). Consequenze fonsa insieme ad altrre associazioni, Cinema e Territorio. Ad aprile abbiamo partecipato a Napoli al Forum del cinema indipendente e abbiamo organizzato a Roma, un mese dopo, uno stesso appuntamento presso lo spazio dell’Apollo11. Lancia online la piattaforma Rete Cinema Indipendente per raccogliere le istanze provenienti dall’universdo indie e porta a terine una raccolta di firme su una serie di proposte di riassetto del cinema italiano. Il Presidente Pierpaoli ha partecipato a luglio al Convegno “Cinema e audiovisivo: la forza del made in Italy” (Festa Nazionale della Cultura e dell’Informazione del PD) con un intervento sul recupero e la riqualificazione degli spazi per una redistribuzione delle opportunità di espressione a favore di un maggior numero di soggetti (cinema, musica, teatro, etc.). Sempre a luglio ha consegnato personalmente al Ministro Bray una piattaforma di proposte sui nuovi assetti della produzione, distribuzione, formazione del cinema italiano. Nel mese di settembre Consequenze si è resa promotrice di un grande progetto culturale di innovazione sociale concentrato soprattutto, ma non solo, nelle periferie romane. Ha riunito in questo grande percorso politico di proposta dal basso molte decine di realtà che operano su tutto il territorio romano per dar vita a un processo complessivo di rigenerazione culturale e sociale. Oltre ai numerosi incontri con le associazioni aderenti al progetto, ci sono stati una serie di colloqui con le Istituzioni cittadine per dare impulso a questo percorso innovativo di intervento sociale. Abbiamo purtroppo riscontrato una profonda incapacità nei confronti che si sono svolti da parte delle figure istituzionali incontrate. Questo malgrado avessimo avvertito gli Assessori competenti e le Commissioni da cui siamo stati auditi che si stava per aprire una fase drammatica per la Città con aumenti esponenziali e degenerativi in fatto di criminalità, disagio e un ulteriore accelerazione dell’imbarbarimento di Roma, Fatti come quello denominato “Mafia Capitale”, in quel tempo non erano ancora avvenuti. La nostra proposta venne trascurata da politica e Istituzioni che nell’immediato periodo successivo entrarono in una fase complessa e autodistruttiva rendendo definitivamente impossibile ogni ulteriore confronto. In sintesi avevamo presentato 40 punti, tra opportunità e criticità (SWOT) in cui presentavamo gli indirizzi del nostro progetto e tutti i possibili scenari realizzabili, per la prima parte, già in pochi mesi, con particolare attenzione dedicata alle periferie. Inseriamo inoltre questo grafico riassuntivo che descrive : schema-cultura

Si è trattato di un grande lavoro politico svolto con impegno a favore di un percorso collettivo e lo abbiamo proposto nella previsione che questo scenario, e non altri, avrebbe potuto dare vita al progetto indispensabile per il rilancio di Roma. Non è stato recepito da Istituzioni e politica, ma quell’idea è rimasta dentro tutti noi insieme alla voglia di riproporla in un momento più adatto.

2014 In collaborazione con le altre associazioni di Cinema e Territorio opera sul territorio per promuovere un progetto culturale per le periferie romane. A marzo organizza presso il Cinema Filmstudio la rassegna Il Lunedì al Filmstudio – Cinema allo stato puro per promuovere film e documentari indipendenti che non hanno visibilità nei circuiti principali. Ad aprile abbiamo partecipato alla Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo  abbiamo svolto una relazione sul tema “Cinema e Autismo”. In quella stessa occasione ci assumemmo con i tanti genitori presenti all’Auditorium del Bambino Gesù di Roma, l’impegno che entro la fine dell’anno saremmo riusciti a realizzare la prima proiezione dedicata ai loro figli. Il 28 dicembre si svolge al Filmstudio, la prima proiezione in Italia per i bambini e i ragazzi nello spettro autistico grazie al Friendly Autism Screening, un particolare adattamento di ambiente che consente la visione del film anche a questi giovani spettatori.

2015 In collaborazione con Filmstudio, Eclectic Production e con il sostegno del Comune di Roma (Ass.to alla Cultura), realizziamo a febbraio la rassegna “FILMSOCIALCLUB – CINEMA, MUSICA, INCONTRI, PUBBLICO DEL FUTURO”.
Ad aprile siamo partner organizzativi per i Rapporti con le Istituzioni della Giornata Mondiale della Conspevolezza sull’Autismo.
Da gennaio a maggio in collaborazione con ANGSA e Filmstudio abbiamo proposto e coordinato le proiezioni per i bambini nello spettro autistico senza nessun tipo di sostegno da parte delle Istituzioni. Siamo fieri di aver prodotto un’occasione così ricca di significato per l’inclusione e per la sana socialità.

2016 In questo anno cruciale, tuttora in corso, grazie alla partnership con Fed.It.Art abbiamo aperto un tavolo di confronto con CNA Cultura Roma per elaborare una serie di modelli capaci di accompagnare il cambiamento delle associazioni culturali in imprese culturali. Il 30 marzo abbiamo riunito presso la CNA circa 140 associazioni che hanno ascoltato i nuovi orizzonti che potrebbero aprirsi nel medio periodo. Nello stesso tempo abbiamo ricomposto la rete di associazioni per rilanciare la proposta elaborata due anni prima e inserirla nel dibattito elettorale che stava iniziando in vista del voto amministrativo a Roma. Il 13 e 13 maggio ci siamo riuniti al Filmstudio, ormai chiuso da inizio stagione e senza corrente elettrica (i video con le sintesi sono a fianco nella pagina), insieme a decine di associazioni, operatori culturali e cittadini per una due giorni di incontri, proposte e sviluppo di progettualità in campo culturale. In quel periodo è stata l’unica iniziativa che si è svolta a Roma, senza sigle e senza nessuna forma di propaganda elettorale. In questa occasione abbiamo quindi dato un nuovo impulso all’iniziativa di rete per il progetto culturale di cui Roma ha bisogno.

2017
Insieme alle associazioni Torino+Cultura Accessibile e RED diamo vita a un progetto per l’accessibilità su tutto il territorio nazionale denominato Cinemanchìo.
Il progetto ottiene il patrocinio gratuito del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sottolinea, con un suo messaggio, l’importanza di questo percorso culturale e sociale di inclusione e di integrazione.
Insieme a UCI Cinemas che rende disponibili le sue sale cinematografiche, realizziamo in otto città italiane una grande iniziativa a favore dei bambini autistici con proiezioni in tutte le domeniche di maggio, oltre a quella del 2 aprile in occasione della Giornata per la Consapevolezza dell’Autismo

 

L’Associazione Consequenze non ha mai partecipato a un bando pubblico e non ha mai avuto nessun tipo di finanziamento pubblico. Questo principio faceva parte delle premesse del progetto Consequenze nel rispetto di un’impostazione intellettuale che ne ha da sempre caratterizzato ogni forma di operatività, sempre offerta al servizio del bene comune e nell’interesse generale.

Un grazie sentito a tutti coloro che in questi 10 anni hanno collaborato, sostenuto con il loro lavoro e che hanno fornito idee e proposte permettendo a questa particolare entità di portare avanti con coerenza un lavoro di cui non si può che essere orgogliosi.

error: