La tenda del disonore

A seguito delle nostre segnalazioni e denunce, il Consigliere Comunale del PD Athos De Luca, il 13 maggio scorso, ha presentato un’interrogazione riguardo il “Tenda Teatro” di Roma (1.400.000 Euro buttati).
Ora vediamo cosa risponderanno il Sindaco e L’assessore Croppi
. Ci auguriamo che le risposte non aggiungano ulteriori ipocrisie allo squallore intellettuale e progettuale dimostrato in occasione di questo scempio.
Pezzi di Colosseo crollano nell’indifferenza generale (non di chi ama l’Italia o la propria città o di chi ci si può trovare sotto) mentre Croppi e Alemanno si divertono a sperperare risorse pubbliche con tendoni e stravaganti scelte programmatiche (ideologiche o clienteliste?).
Siamo costretti a pensare che questi signori, quando si parla di cultura, di amministrazione della cosa pubblica e di interesse generale non sappiano di cosa si parla. Siamo costretti a ritenere che il privilegio, il potere fine a se stesso e l’accumulo di benessere personale, dopo essere diventato acciecante e profondamente dannoso per la collettività, siano ormai i soli dis-valori che alimentano l’inizitiva politica di certi personaggi

Leggi il testo dell’interrogazione presentata

INTERROGAZIONE
Con possibilità di risposta scritta

Oggetto: Tenda Roma, carovana teatrale attraverso i Municipi di Roma

Premesso
–    che ogni iniziativa culturale offerta ai cittadini delle periferie del Comune di Roma ha un significato di rilevanza sociale;
–    che il progetto del Tenda Roma, un teatro itinerante per portare nelle periferie cultura, armonia sociale, lezioni di educazione civica, arte e espressione teatrale, ha avuto uno stanziamento di fondi pari a 1.400.000 euro;
–    che i Municipi interessati da questo evento sono sei su diciannove;
–    che la struttura itinerante che ospita gli spettacoli è completamente bianca, rettangolare e gelida, senza alcun abbellimento architettonico sulla facciata che possa dare l’impressione di trovarsi in una struttura teatrale;
–    che le fonti di informazione hanno dato poco risalto alle manifestazioni in programma e che quindi, sono risultate insufficienti;
–    che in alcuni spettacoli, il pubblico risultava non superiore alle 40 unità.

Considerato
–    l’impegno economico esorbitante;
–    il fatto che le manifestazioni sono state predisposte solo su sei Municipi;
–    che la struttura del teatro risulta non adeguata ad un intrattenimento teatrale, sia pure realizzato in modo itinerante nelle aree periferiche.

Il sottoscritto Consigliere
Interroga

Il Sindaco e l’Assessore alle Politiche Culturali

–    per sapere se nei programmi dell’Amministrazione, tale progetto verrà riproposto anche nel 2011;
–    affinché tale progetto, se riproposto, sia allestito con una struttura moderna, innovativa che sappia creare un’atmosfera ideale per assistere a spettacoli teatrali; comprenda tutti i Municipi periferici del Comune di Roma; sia preceduto da una campagna di informazione degna di una iniziativa culturale di grande rilevanza sociale così come è nato;
–    affinché per il futuro, venga presa in considerazione la possibilità di utilizzare i fondi predisposti, per portare i cittadini delle periferie nei Teatri di Roma, permettendogli di assistere, in strutture appropriate, ad opere teatrali di alto valore ad un prezzo convenzionato.
Il Consigliere Comunale
Athos De Luca
Roma 13 maggio 2010

A seguito delle nostre segnalazioni e denunce, il Consigliere Comunale Athos De Luca, il 13 maggio scorso, ha presentato un’interrogazione riguardo il “Tenda Teatro” di Roma (1.400.000 Euro buttati).
Ora vediamo cosa risponderanno il Sindaco e L’assessore Croppi

Leave a comment